Oggetto: Candidatura Spontanea per Presidente CDA RAI, PROPOSTE per USCIRE dalla CRISI ECONOMICA MONDIALE

 

c.a. Pres. Della Repubblica Italiana G. Napolitano

c.a. Pres. Del Consiglio dei Min. On. S. Berlusconi

c.a. Pres. Del Senato Sen. G. Schifani

c.a. Pres. Della Camera On. G. Fini

c.a. Presidente del PD On.le Franceschini,

c.a. On. Parlamentari

c.a. On. Senatori

c.a. Direttori e Redazioni dei Giornali

c.a. Presidenti di Partiti Politici

c.a. Segretari di Organizzazioni Sindacali

Gent.mi,

Vi scrivo non solo perché dovevo già inviarVi il documento sotto riportato per cercare di dare un contributo personale allo sviluppo di un dibattito intenso e veritiero sulla Crisi Economica Mondiale, ma colgo anche l'occasione della proposta molto nobile lanciata dal Presidente del Consiglio

On.le S. Berlusconi e dalla Maggioranza Parlamentare di consentire al Presidente del PD On. Franceschini di proporre dei nomi per la Presidenza del CDA RAI, e quindi ne approfitto per sottoporre la mia Candidatura Spontanea, come privato cittadino, con la esperienza di vita di seguito riportata, essendo convinto che va data una sterzata per innovare tutta la società, a cominciare dalla RAI, i cui rappresentanti dovrebbero essere eletti direttamente dal popolo, come pure lo dovrebbe essere negli Enti e Società Pubbliche, dichiarando inoltre che nell'eventualità chiederei la riduzione del compenso al massimo ad 1/4 di quello attualmente in essere, eventualmente anche di meno se eccessivo :

So di sembrare presuntuoso nella mia candidatura, però penso di avere l'esperienza di un cittadino comune di 63 anni, che ha vissuto pienamente la propria vita senza mai chiedere nulla ad alcuno, avendo sempre lavorato umilmente, avendo ricevuto gratuitamente tantissimo da tutti quelli con i quali ho vissuto, anche da esperienze limitate alla sola conoscenza personale. Ma soprattutto ho l'esperienza appresa giorno per giorno dal vissuto della Grande Storia quotidiana Italiana del dopoquerra, nella vita di semplice lavoratore che a Milano viveva l'ultima settimana del mese senza una lira in tasca, ma con la fortuna di una umile dispensa piena di pasta e pane, e l'abbonamento del metro in tasca per attraversare giornalmente in poco più di un'ora tutta Milano ed andare al lavoro.

Devo dire grazie a tutti coloro che hanno fatto la Storia d'Italia e d'Europa, a politici, a imprenditori, a sindacalisti, a lavoratori, a pensionati, a studenti, ad amici, a dipendenti, alla Sinistra ed alla Destra, ed appunto per questo ritengo possa oggi dare un contributo importantissimo non tanto per le mie capacità quanto per quello che ho imparato dalla vita, pur essendo ancora oggi conscio di non aver smesso di apprendere. Per questo penso di poter dare il mio contributo per cercare di superare la serissima Crisi Mondiale che stiamo vivendo, e per quello che avverrà, sperando che saremo capaci di dare una svolta, fatta precedere da una analisi dettagliata dei fenomeni in essere, coinvolgendo tutti i cittadini nel dibattito, chiedendo il contributo ed il suggerimento di ciascuno, essendo tutti forieri di esperienze di vita umana e lavorativa, capaci di dare consigli.

Ed in tutto questo vedo l'Asse Portante che deve essere la RAI, con la sua Forza e Capacità di contribuire allo sviluppo del Paese, unitamente alla TV privata ed ai Media, così come è avvenuto negli anni '50-'60 oltre a tutto il resto anche con "Non è mai trotto tardi" del Maestro MANZI, per Alfabetizzare l'Italia, e lo potrà essere ancora di più in futuro per l'Italia ed il Mondo se esporterà anche nuovo modo di fare Politica, dibattito, Scuola, Formazione e Cultura Italiana Gratuita, Innovazione ed idee di Sviluppo Economico, per il Bene dell'ITALIA e di tutti.

Di seguito espongo il documento che accennavo.

Un caro Saluto

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet:

http://engineering-online.eu

http://www.cristo-re.eu

http://www.slipe.info

http://www.europee.info

http://www.mondoitalia.net

http://www.web-italia.eu

http://dalessandromichele.it

http://www.maria-tv.eu

http://www.cristo-re.it

http://www.maria-tv.it

http://www.vangeli.net

 

 

Gent.mi,

Vi invio una proposta di discussione per analizzare i fenomeni che si stanno verificando e cercare di trovare tutti insieme con le forze vitali della società delle soluzioni valide per tentare di uscire nel modo meno indolore possibile dalla tremenda crisi economica mondiale.

 

CRISI:

PARTIAMO da una CORRETTA e SERIA INFORMAZIONE per

RACCOGLIERE i DATI FONDAMENTALI della CRISI e

PREDISPORRE delle PROPOSTE di AZIONI di CONTRASTO e

RISOLUTIVE in POSITIVO per il MONDO del LAVORO, le AZIENDE,

le FAMIGLIE

In America i dati statistici sono diffusi in tempo reale.

Perché questo non lo si fa anche in Italia, per aver modo di discuterne, ed approntare in tempo utile le soluzioni migliori, possibilmente condivise, comunque almeno analizzate ?

Secondo me in questo o c'è assoluta incompetenza a Governare, oppure c'è dolo per evitare di fare scelte conseguenti diverse da quelle che si vogliono attuare con obbiettivi diversi.

In periodo di crisi si dovrebbero adottare le misure necessarie in tempo reale.

Invece il Presidente Berlusconi, non avendo da analizzare dati certi, nonostante quello che sta succedendo in tutto il mondo dichiara: " Crisi ? Pesante, non tragica "

Ciò è assurdo ed inconcepibile, non da Premier di un Paese che comunque è fra i primi al mondo !

Non è neanche giustificabile il tacere per evitare allarmismo inutile che, si dice, produrrebbe panico.

Questo non è vero perché in Italia esiste una Banca d'Italia che vigila, e comunque c'è anche uno Stato che si è dichiarato garante nella giusta misura per i correntisti.

E' assolutamente stolto, invece, non informare correttamente, perché i risparmiatori devono sapere realmente quello che è già successo, come d'altra parte vedono avvenire nel resto del mondo, e soprattutto quale è il trend per domani e per il futuro.

Devono sapere che:

Visto che ciò non è fatto dalle Istituzioni, provvedano allora i Sindacati, le Organizzazioni Imprenditoriali degli Industriali, degli Artigianali, dei Commercianti, i Partiti l'Opposizione, la TV nazionale e locale, i Giornali.

Si attivino tutti per monitorare in tempo reale di dati salienti per lo studio di quanto sta avvenendo, di quello che si prospetta se non si adottano interventi giusti ed appropriati, dei pericoli che si corrono con eventuali palliativi ed interventi fasulli, delle scelte migliori da adottare.

Pertanto si faccia riferimento e si cominci a monitorare fatti quali:

part-time delle ingenti energie lavorative per dare una sterzata alla crisi ed alle distorsione del

sistema

L'ITALIA sana si muova per contrastare il velo della non informazione, lo facciano tutti, si apra nella collettività e con l'apporto di tutti la ricerca della realtà del momento, si inizi un dibattito serio su dati reali e non su quelli fasulli, con l'apporto di tutti quelli che vogliono dire il pensiero, le loro sensazioni, i loro suggerimenti, le loro aspirazioni, perché si possano scegliere le soluzioni appropriate migliori per uscire dalla crisi, e si colga l'occasione di organizzare un nuovo mondo, sano, del lavoro per tutti gli Uomini, del Benessere Sociale e Culturale, degno del Figlio dell'UOMO.

Per muoversi suggerisco che giornalmente la Stampa si attivi come ricercare, ricevere, pubblicare i dati e le idee da analizzare, quindi sviluppare il dibattito.

Che altrettanto faccia la TV pubblica e privata, sia nazionale che locale, dedicando giornalmente in fascia di massimo ascolto almeno 1 ora a questa informazione e dibattito, con cittadini, imprese, associazioni, politici.

Di questa ora si dedichi giornalmente il 50% all'informazione ed il 50% ad uno o due argomenti specifici di quelli esposti.

Al termine di questa indagine, al massimo entro 1 mese, si convochi un Conferenza Nazionale della durata di due-tre giorni, per uscire con un "Manifesto di Proposte per Uscire dalla Crisi".

Ancora meglio su tutto ciò lo si porta contemporaneamente al di fuori dell'Italia, interessando le medesime Forze Sociali Vitali dei Paesi della Comunità Europea, perché si arrivi a proporre un Programma Comune da Imporre al Nuovo Parlamento Europeo.

 

Per questo io propongo alla Vs. Attenzione i seguenti sintetici temi, dei quali ho le mie spiegazioni, proposte, iniziative di risoluzione, e che comunque non ritengo presuntuosamente siano esaustivi, ma che lancio per accendere il necessario urgentissimo dibattito:

  1. Proposte di Contatto in tempo reale con gli Utenti, a mezzo di E-mail generalizzata, per ricerca informazioni e Sondaggi, anche Televisivi, in Tempo Reale, con questionari seri, non fuorvianti o preselezionati per indirizzare responsi, con votazioni controllate così come avviene sui giornali, escludendo i sondaggi telefonici a pagamento e soprattutto di quelli manipolati da Call Center
  2. Proposte di Riforma della TV, con obbligo di informazione corretta, pluralistica, con eventuale commento personalizzato, elezione diretta del CDA da parte dei Cittadini
  3. Proposte di Riforma della Stampa, dell'Ordine dei Giornalisti, con apertura della libertà di stampa ed espressione a quanti vogliono esprimere la propria opinione senza essere giornalisti, con l'obbligo però del rispetto della libertà di opinione e delle persone, delle istituzioni, e della deontologia professionale
  4. Proposte di Riforma della Pubblica Amministrazione, con la partecipazione ed i suggerimenti di tutti i dipendenti e degli utenti
  5. Proposte di Riforma per il Controllo della Presenza dei Parlamentari in Aula e Commissioni, dei Dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni, Enti, Istituti, Ministeri
  6. Riforma degli Indennizzi a Parlamentari con azzeramento delle retribuzioni anni successivi in caso di scioglimento anticipato delle Camere
  7. Obbligo del completamento della Legislatura per la quale si è stati eletti, pena decadenza del seggio al partito di appartenenza a favore dell'opposizione (non valevole in caso di morte prematura)
  8. Proposta di Elezione del CDA degli ENTI e delle Aziende Pubbliche da parte dei Cittadini
  9. Proposta di Eliminazione di tutti gli Enti Inutili, con dismissione entro 3 anni, suggerimenti da parte dei dipendenti e cittadini, garanzia del posto di lavoro ai dipendenti con trasferimento in altre istituzioni
  10. Proposte di Riforma Pensionamento con Innalzamento dell'età a 65 anni per le Donne, in presenza di garanzia del prepensionamento in caso di perdita del posto di lavoro (se ciò comporta realmente un beneficio per i conti pubblici, perché io sapevo che una volta le pensioni della PA aumentavano con il passare degli anni, e di conseguenza i costi)
  11. Proposte di Riforma Pensionamento Uomini, innalzamento a 65 anni per tutti con eliminazione dello Scalone, in presenza di garanzia del prepensionamento per chi ha maturato il diritto allo scalone, in caso di perdita del posto di lavoro
  12. Proposte di Reperimento Fondi per Gestire ed Amministrare la Crisi Economica
  13. Proposte di Riforma dei BOT, da emettere anche per l'Innovazione, la Ricerca, gli Investimenti Produttivi
  14. Proposte di Riforma delle Banche per garantire il Credito alle Imprese, Famiglie, Giovani, tramite certificazione del diritto ed autorizzazione della Banca d'Italia, con garanzie reali date dai Fondi Pensione
  15. Proposte per il Recupero della Professionalità di Anziani, Esperti, per Scolarizzazione Studenti e per la Formazione
  16. Proposte per il Controllo della Distribuzione, della Qualità degli Alimenti, della Responsabilità diretta delle Catene dei Supermercati
  17. Proposte di Riforma degli Appalti, con visibilità on-line dei Progetti, delle Gare, degli Avanzamenti Lavori, dei Collaudi, del Raggiungimento degli Obbiettivi dell'Opera, con Responsabilità e Penalità del Progettista in mancanza del raggiungimento degli Obbiettivi in conformità di esecuzione delle Opere a Progetto
  18. Proposte di Riforma della Sanità, con visibilità on-line dells gestione di tutte le ASL, dei costi e spese, con monitoraggio continuo
  19. Proposte di Riforma della Cassa Integrazione per Utilizzo dell'equivalente retribuito in Lavoro Part-Time a vantaggio della Collettività, Settore, Made in Italy
  20. Proposte di Riforma per Assegno a Chi Perde il Posto di Lavoro con Utilizzo dell'equivalente retribuito in Lavoro Part-Time a vantaggio della Collettività, Settore, Made in Italy
  21. Riforma dell'Assistenza e Costituzione della Banca per il Lavoro Assistenziale e Sociale
  22. Proposte di Riforma per il Controllo Qualità, e del Costo dei Prodotti Indispensabili per l'alimentazione e la Vita delle Famiglie e Individui
  23. Proposte di Riforma per il Risparmio Energetico
  24. Proposte di Riforma il Risparmio Idrico
  25. Proposte di Riforma per la Ricerca ed l'Innovazione Tecnologica
  26. Proposte di Riforma per le Energie Alternative
  27. Proposte di Riforma per lo Studio Energia Nucleare Pulito
  28. Proposte di Riforma per la Gestione delle Acque e della Depurazione
  29. Proposte di Riforma per la Gestione dei Rifiuti, il Riciclaggio ed il Recupero Energetico
  30. Proposte di Riforma per la Scuola Elementare
  31. Proposte di Riforma per Scuola Superiore e gli ITIS
  32. Proposte di Riforma Università, Nuovo e ripristino facoltativo del Vecchio Ordinamento
  33. Proposte di Riforma Formazione
  34. Proposte di Riforma per la Vivibilità Città, per la Sicurezza dei Cittadini
  35. Proposte di Riforma della Giustizia
  36. Proposte di Riforma delle Carceri e Riabilitazione
  37. Proposte di Riforma della Pubblica Sicurezza
  38. Proposte di Riforma degli Incentivi alle Imprese
  39. Proposte di Riforma del Sistema Trasporti Pubblici, compreso le Vecchie Ferrovie da Trasformare in Metropolitane di Superficie, a costi bassissimi
  40. Proposte di Riforma dell'Assicurazione Obbligatoria Autoveicoli, con rivalsa danni personale in caso di incidente dovuto a dolo per alcol, droga, velocità superiore al 150% del consentito
  41. Valutazione della Proposta del Piano Casa per i risvolti sulla Crisi, nel rispetto dei Vincoli Esistenti, in presenza di Risparmio Energetico, Innovazione Tecnologica

 

Nella speranza che tutti insieme possiamo smuovere il Paese dall'Immobilismo, invio

Distinti Saluti

 

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet:

http://engineering-online.eu

http://www.cristo-re.eu

http://www.slipe.info

http://www.europee.info

http://www.mondoitalia.net

http://www.web-italia.eu

http://dalessandromichele.it

http://www.maria-tv.eu

http://www.cristo-re.it

http://www.maria-tv.it

http://www.vangeli.net

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL SOLE 24 ORE

FERRUCCIO DE BORTOLI

http://www.ilsole24ore.com/asterisco/

91559

Caro Direttore,

mi spiace tantissimo che ella non abbia accettato l'incarico alla RAI, perchè avrebbe potuto svolgere un ruolo importantissimo in questo momento che stiamo vivendo una crisi serissima.

Io prima non la conoscevo ed avevo un giudizio su il Sole 24 Ore come giornale di parte.

Oggi mi sono ricreduto e penso sia utilissimo per come affronta professionalmente tutte le notizie del mondo del lavoro ed anche le altre.

Ne approfitto per inviare anche a Lei il messaggio che sto inviando ai Presidenti della Repubblica, al Presidente del Consiglio ed a Politici, perchè pongo la mia candidatura spontanea all'incarico da Lei rifiutato, come libero cittadino, come riporto più sotto.

La ringrazio.

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

 

Oggetto: Candidatura Spontanea per Presidente CDA RAI, PROPOSTE per USCIRE dalla CRISI ECONOMICA MONDIALE

 

c.a. Pres. Della Repubblica Italiana G. Napolitano

c.a. Pres. Del Consiglio dei Min. On. S. Berlusconi

c.a. Pres. Del Senato Sen. G. Schifani

c.a. Pres. Della Camera On. G. Fini

c.a. Presidente del PD On.le Franceschini,

c.a. On. Parlamentari

c.a. On. Senatori

c.a. Direttori e Redazioni dei Giornali

c.a. Presidenti di Partiti Politici

c.a. Segretari di Organizzazioni Sindacali

Gent.mi,

Vi scrivo non solo perché dovevo già inviarVi il documento sotto riportato per cercare di dare un contributo personale allo sviluppo di un dibattito intenso e veritiero sulla crisi, ma colgo anche l'occasione della proposta molto nobile lanciata dal Presidente del Consiglio On.le S. Berlusconi e dalla Maggioranza Parlamentare di consentire al Presidente del PD On. Franceschini di proporre dei nomi per la Presidenza del CDA RAI, e quindi ne approfitto per sottoporre la mia Candidatura Spontanea,

come privato cittadino, con la esperienza di vita di seguito riportata, essendo convinto che va data una sterzata per innovare tutta la società, a cominciare dalla RAI, i cui rappresentanti dovrebbero essere eletti direttamente dal popolo, come pure lo dovrebbe essere negli Enti e Società Pubbliche, dichiarando inoltre che nell'eventualità chiederei la riduzione del compenso al massimo ad 1/4 di quello attualmente in essere, eventualmente anche di meno se eccessivo :

- Già iscritto al Partito Socialista dal '74-'77, della Sinistra Socialista e membro del Direttivo di Cinisello Balsamo negli anni '74-'77

- Già delegato RSA della CEI Milano e delegato Sindacale della Zona Solari-Barona della Milano degli anni '70

- Già dipendente di Società di Ingegneria, leaders mondiali, per oltre 20 anni

- Gia imprenditore di una piccola Società di Ingegneria con 22 tecnici per 10 anni

- Già Perito Industriale Libero Professionista per 10 anni

- Attualmente dipendente, quadro di una Società di Ingegneria di Impianti di Depurazione, da 7 mesi in cassa integrazione nonostante la mia esperienza professionale di oltre 40 anni nell'Ingegneria degli Impianti Elettrici Industriali ( che è possibile valutare dal mio curriculum professionale scaricandolo da internet cliccando qui sopra )

- Già Rappresentante dei Genitori nel Consiglio di Istituto ITIS E. Majorana di Martina Franca per 3 anni

- Da un anno sono ideatore e responsabile del Programma di Formazione Continua (che è possibile valutare scaricandola da internet cliccando qui sopra ) dei Periti Industriali del Collegio della Provincia di Taranto

- Cattolico convinto e Praticante al punto che ho trascritto i files e li diffondo in Internet de "i Quattro Vangeli" della Chiesa Cattolica con testo in abbinata Italiano-Latino , Italiano-Inglese , Italiano-Spagnolo (basta cliccare sopra per scaricarli dal sito internet)

- Ho realizzato da solo a partire dal 2001 i Siti internet sotto riportati per la diffusione dei Vangeli

- Ho registrato personalmente la lettura dei Quattro Vangeli, delle Lettere ed Atti degli Apostoli, dell'Apocalisse, di Brani della Bibbia ( clicca sopra per andare alla pg. da dove scaricare i files) per l'ascolto e la diffusione gratuita in rete Internet

- Da circa un anno registro la S. Messa quotidiana (clicca sopra per andare alla pg. Del stito internet da cui scaricare i files) e la diffondo in rete internet

- Redigo settimanalmente una rassegna stampa in confronto fra quattro quotidiani (Corriere, Repubblica, Unità, Il Sole 24 Ore) e la pubblico sul Sito http://www.cristo-re.eu , in precedenza su altri

- Sono di Sinistra anche se non più iscritto a partiti dal '77 , sono stato sostenitore del Presidente Prodi di cui auspico il suo Ritorno per l'EUROPA

So di sembrare presuntuoso nella mia candidatura, però penso di avere l'esperienza di un cittadino comune di 63 anni, che ha vissuto pienamente la propria vita senza mai chiedere nulla ad alcuno, avendo sempre lavorato umilmente, avendo ricevuto gratuitamente tantissimo da tutti quelli con i quali ho vissuto, anche da esperienze limitate alla sola conoscenza personale. Ma soprattutto ho l'esperienza appresa giorno per giorno dal vissuto della Grande Storia quotidiana Italiana del dopoquerra, nella vita di semplice lavoratore che a Milano viveva l'ultima settimana del mese senza una lira in tasca, ma con la fortuna di una umile dispensa piena di pasta e pane, e l'abbonamento del metro in tasca per attraversare giornalmente in poco più di un'ora tutta Milano ed andare al lavoro.

Devo dire grazie a tutti coloro che hanno fatto la Storia d'Italia e d'Europa, a politici, a imprenditori, a sindacalisti, a lavoratori, a pensionati, a studenti, ad amici, a dipendenti, alla Sinistra ed alla Destra, ed appunto per questo ritengo possa oggi dare un contributo importantissimo non tanto per le mie capacità quanto per quello che ho imparato dalla vita, pur essendo ancora oggi conscio di non aver smesso di apprendere. Per questo penso di poter dare il mio contributo per cercare di superare la serissima Crisi Mondiale che stiamo vivendo, e per quello che avverrà, sperando che saremo capaci di dare una svolta, fatta precedere da una analisi dettagliata dei fenomeni in essere, coinvolgendo tutti i cittadini nel dibattito, chiedendo il contributo ed il suggerimento di ciascuno, essendo tutti forieri di esperienze di vita umana e lavorativa, capaci di dare consigli.

Ed in tutto questo vedo l'Asse Portante che deve essere la RAI, con la sua Forza e Capacità di contribuire allo sviluppo del Paese, unitamente alla TV privata ed ai Media, così come è avvenuto negli anni '50-'60 oltre a tutto il resto anche con "Non è mai trotto tardi" del Maestro MANZI, per Alfabetizzare l'Italia, e lo potrà essere ancora di più in futuro per l'Italia ed il Mondo se esporterà anche nuovo modo di fare Politica, dibattito, Scuola, Formazione e Cultura Italiana Gratuita, Innovazione ed idee di Sviluppo Economico, per il Bene dell'ITALIA e di tutti.

Di seguito espongo il documento che accennavo.

Un caro Saluto

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet:

http://engineering-online.eu

http://www.cristo-re.eu

http://www.slipe.info

http://www.europee.info

http://www.mondoitalia.net

http://www.web-italia.eu

http://dalessandromichele.it

http://www.maria-tv.eu

http://www.cristo-re.it

http://www.maria-tv.it

http://www.vangeli.net

 

 

Gent.mi,

Vi invio una proposta di discussione per analizzare i fenomeni che si stanno verificando e cercare di trovare tutti insieme con le forze vitali della società delle soluzioni valide per tentare di uscire nel modo meno indolore possibile dalla tremenda crisi economica mondiale.

 

CRISI:

PARTIAMO da una CORRETTA e SERIA INFORMAZIONE per

RACCOGLIERE i DATI FONDAMENTALI della CRISI e

PREDISPORRE delle PROPOSTE di AZIONI di CONTRASTO e

RISOLUTIVE in POSITIVO per il MONDO del LAVORO, le AZIENDE,

le FAMIGLIE

In America i dati statistici sono diffusi in tempo reale.

Perché questo non lo si fa anche in Italia, per aver modo di discuterne, ed approntare in tempo utile le soluzioni migliori, possibilmente condivise, comunque almeno analizzate ?

Secondo me in questo o c'è assoluta incompetenza a Governare, oppure c'è dolo per evitare di fare scelte conseguenti diverse da quelle che si vogliono attuare con obbiettivi diversi.

In periodo di crisi si dovrebbero adottare le misure necessarie in tempo reale.

Invece il Presidente Berlusconi, non avendo da analizzare dati certi, nonostante quello che sta succedendo in tutto il mondo dichiara: " Crisi ? Pesante, non tragica "

Ciò è assurdo ed inconcepibile, non da Premier di un Paese che comunque è fra i primi al mondo !

Non è neanche giustificabile il tacere per evitare allarmismo inutile che, si dice, produrrebbe panico.

Questo non è vero perché in Italia esiste una Banca d'Italia che vigila, e comunque c'è anche uno Stato che si è dichiarato garante nella giusta misura per i correntisti.

E' assolutamente stolto, invece, non informare correttamente, perché i risparmiatori devono sapere realmente quello che è già successo, come d'altra parte vedono avvenire nel resto del mondo, e soprattutto quale è il trend per domani e per il futuro.

Devono sapere che:

- La crisi è galoppante e non si fermerà se non ci sarà una politica generalizzata di lotta contro la speculazione

- La speculazione continua a mietere vittime ed a far soldi anche con la crisi

- In Borsa la componente sana continua costantemente a perdere in mancanza di certezze o conoscenze, nonostante si sappia che il lavoro e la produzione sana pagano nel lungo termine, se però le aziende hanno la forza di resistere

- Chi è in possesso di titoli sani è costretto a cederli in mancanza del Credito delle Banche o dello Stato, Enti, Aziende Pubbliche e Private, Aziende disoneste, che non evadono fatture emesse per lavori correttamente eseguiti da molto tempo

- Le petroliere non attraccano per mantenere alto il prezzo del petrolio nonostante il crollo alla produzione, con la complicità di finanziatori occulti, o denaro sporco riciclato

- Le Banche non parlano apertamente di cosa hanno nel loro portafoglio, forse ancora titoli spazzatura che accolleranno ad altri ignari investitori

- Aziende sane e Banche hanno investito in paesi comunitari dell'EST indebitati ed insolventi dove sta succedendo quanto avvenuto negli USA

- Le Banche non dicono come utilizzano il risparmio e non danno spiegazioni perché non concedono o limitano prestiti alle Aziende e Famiglie

- A mistificazione si è detto, "a testimonianza di una crisi che non c'è" e per giustificare la mancanza di iniziative di contrasto, che i consumi di fine anno non sono crollati. Un'analista serio sa che qualsiasi sana famiglia prima di ridurre i consumi essenziali comincia da quelli superflui, quali sono le auto e simili, che inoltre le famiglie avevano comunque il diritto di passare il S. Natale tradizionale senza ulteriori rinunce, ed infine che chi sta bene e non ha paura per il futuro si avvantaggia della crisi e sta meglio per il calo dei prezzi

- Perché non si fanno studi seri sul comportamento ed i bisogni reali ed indispensabili di famiglie ed imprese per cercare di superare la crisi

- Perché si è detto che c'era pericolo per i BOT e Titoli di Stato, quando poi è stato dimostrato dai fatti che essi restano il solo rifugio certo per risparmiatori sani e famiglie

- Perché si emettono i Bond a tassi assurdi del 8% rispetto a quelli attuali che sono in calo, come quello della BCE sceso al 1,5%, consci che saranno dalle Banche raddoppiati ed avranno ricadute nefaste sui bilanci delle aziende e delle famiglie, mentre i soldi andrebbero dati direttamente alle Aziende ed alle Famiglie a tassi minimi, agevolati, non da usura, al contrario di quelli attuali delle carte di credito

- Perché l'ISTAT, l'INPS, la BANCA d'ITALIA, l'ICE e gli altri enti preposti al controllo delle attività Economiche e del Lavoro non si sono attivati per avere dati certi in tempo reale ? Nell'era del tempo reale, di quanto successo di rilevante nel mondo dell'economia e del lavoro a febbraio avremmo già dovuto saperlo il 2 marzo, se non già il 1 , mentre ancora oggi non ne abbiamo certezza, anche se lo presumiamo.

Visto che ciò non è fatto dalle Istituzioni, provvedano allora i Sindacati, le Organizzazioni Imprenditoriali degli Industriali, degli Artigianali, dei Commercianti, i Partiti l'Opposizione, la TV nazionale e locale, i Giornali.

Si attivino tutti per monitorare in tempo reale di dati salienti per lo studio di quanto sta avvenendo, di quello che si prospetta se non si adottano interventi giusti ed appropriati, dei pericoli che si corrono con eventuali palliativi ed interventi fasulli, delle scelte migliori da adottare.

Pertanto si faccia riferimento e si cominci a monitorare fatti quali:

- Licenziamenti attuati e prevedibili, per tipologia di lavoro, contratto, specializzazione, localizzazione e dati relativi di analisi

- Cassa Integrazione, andamento e settori, prospettive, risorse, valutazione di eventuale utilizzo

part-time delle ingenti energie lavorative per dare una sterzata alla crisi ed alle distorsione del

sistema

- Difficoltà per il Credito, motivazioni apposte, Controllo dei Tassi di Interesse, elencazioni di aziende interessate alle quali è negato, motivazioni, valutazioni, obbiettivi

- Difficoltà negli Approvvigionamenti di Materie Prime, Costi, quantità necessarie usualmente e quelle necessarie, corrette in tempo di crisi attuale, per necessità di produzione

- Analisi puntigliosa dei Costi dei Carburanti e materie prime alla fonte ed al dettaglio, compreso le scelte monetarie nei pagamenti, indagine sulle intermediazioni fasulle e di malaffare, verifiche del perché delle non ricadute come riduzione di costi a beneficio degli utenti

- Analisi della Merce Stoccata, quantità, tipologia, valore, stato di conservazione, deperibilità

- Situazione Traffico Merci e Passeggeri e Previsione a Breve e Lungo termine dei Movimenti

- Situazione Crediti non riscossi da Privati e Pubblica Amministrazione

- Opere Cantierabili subito, valutando lo stato dei progetti, la tempistica degli approviggionamenti e dei lavori, gli impieghi di risorse umane ed economiche, ecc.

- Suggerimenti su opere utili di cantierizzazione rapida con ricaduta su occupazione, benefici per la collettività, per l'ambiente, il risparmio energetico, e simili

- Suggerimenti su componenti, apparecchiature, processi produttivi, opere di innovazione tecnologica, risparmio energetico, miglioramento produttivo, con ricadute sulla riduzione e contenimento dei costi, sulla competitività

- Suggerimenti su processi Aziendali Obsoleti specialmente nella PA, ma anche nel settore Privato, con partecipazione attiva del personale dipendente nelle analisi dello stato di fatto, nelle proposte di modifiche ed innovazione di procedure snelle, non burocratizzate, garantiste, sulla trasparenza, corretto utilizzo di mezzi e risorse, raggiungimento degli obbiettivi lavorativi

- Controllo dei Prezzi, verifiche del sistema di distribuzione, controllo qualità, genuinità prodotti

- Controllo su Movimenti speculativi delle Banche (p.e. Petroliere che non scaricano, materie Prime stoccate in attesa di rialzo prezzi, Finanziamenti non concessi alle aziende e privati per Investire in Acquisti di Immobili e Materie prime)

- Monitoraggio di quanto sta avvenendo nelle Imprese che esportano il Made in Italy, perché non è vero che non ci saranno problemi, perché quanto sta avvenendo nei paesi ricchi interessa oltre gli ultimi lavoratori anche Imprenditori e Ceto Medio, al quale ultimo il Made in Italy è principalmente rivolto

- Altre eventuali informazioni utili

L'ITALIA sana si muova per contrastare il velo della non informazione, lo facciano tutti, si apra nella collettività e con l'apporto di tutti la ricerca della realtà del momento, si inizi un dibattito serio su dati reali e non su quelli fasulli, con l'apporto di tutti quelli che vogliono dire il pensiero, le loro sensazioni, i loro suggerimenti, le loro aspirazioni, perché si possano scegliere le soluzioni appropriate migliori per uscire dalla crisi, e si colga l'occasione di organizzare un nuovo mondo, sano, del lavoro per tutti gli Uomini, del Benessere Sociale e Culturale, degno del Figlio dell'UOMO.

Per muoversi suggerisco che giornalmente la Stampa si attivi come ricercare, ricevere, pubblicare i dati e le idee da analizzare, quindi sviluppare il dibattito.

Che altrettanto faccia la TV pubblica e privata, sia nazionale che locale, dedicando giornalmente in fascia di massimo ascolto almeno 1 ora a questa informazione e dibattito, con cittadini, imprese, associazioni, politici.

Di questa ora si dedichi giornalmente il 50% all'informazione ed il 50% ad uno o due argomenti specifici di quelli esposti.

Al termine di questa indagine, al massimo entro 1 mese, si convochi un Conferenza Nazionale della durata di due-tre giorni, per uscire con un "Manifesto di Proposte per Uscire dalla Crisi".

Ancora meglio su tutto ciò lo si porta contemporaneamente al di fuori dell'Italia, interessando le medesime Forze Sociali Vitali dei Paesi della Comunità Europea, perché si arrivi a proporre un Programma Comune da Imporre al Nuovo Parlamento Europeo.

 

Per questo io propongo alla Vs. Attenzione i seguenti sintetici temi, dei quali ho le mie spiegazioni, proposte, iniziative di risoluzione, e che comunque non ritengo presuntuosamente siano esaustivi, ma che lancio per accendere il necessario urgentissimo dibattito:

1) Proposte di Contatto in tempo reale con gli Utenti, a mezzo di E-mail generalizzata, per ricerca informazioni e Sondaggi, anche Televisivi, in Tempo Reale, con questionari seri, non fuorvianti o preselezionati per indirizzare responsi, con votazioni controllate così come avviene sui giornali, escludendo i sondaggi telefonici a pagamento e soprattutto di quelli manipolati da Call Center

2) Proposte di Riforma della TV, con obbligo di informazione corretta, pluralistica, con eventuale commento personalizzato, elezione diretta del CDA da parte dei Cittadini

3) Proposte di Riforma della Stampa, dell'Ordine dei Giornalisti, con apertura della libertà di stampa ed espressione a quanti vogliono esprimere la propria opinione senza essere giornalisti, con l'obbligo però del rispetto della libertà di opinione e delle persone, delle istituzioni, e della deontologia professionale

4) Proposte di Riforma della Pubblica Amministrazione, con la partecipazione ed i suggerimenti di tutti i dipendenti e degli utenti

5) Proposte di Riforma per il Controllo della Presenza dei Parlamentari in Aula e Commissioni, dei Dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni, Enti, Istituti, Ministeri

6) Riforma degli Indennizzi a Parlamentari con azzeramento delle retribuzioni anni successivi in caso di scioglimento anticipato delle Camere

7) Obbligo del completamento della Legislatura per la quale si è stati eletti, pena decadenza del seggio al partito di appartenenza a favore dell'opposizione (non valevole in caso di morte prematura)

8) Proposta di Elezione del CDA degli ENTI e delle Aziende Pubbliche da parte dei Cittadini

9) Proposta di Eliminazione di tutti gli Enti Inutili, con dismissione entro 3 anni, suggerimenti da parte dei dipendenti e cittadini, garanzia del posto di lavoro ai dipendenti con trasferimento in altre istituzioni

10) Proposte di Riforma Pensionamento con Innalzamento dell'età a 65 anni per le Donne, in presenza di garanzia del prepensionamento in caso di perdita del posto di lavoro (se ciò comporta realmente un beneficio per i conti pubblici, perché io sapevo che una volta le pensioni della PA aumentavano con il passare degli anni, e di conseguenza i costi)

11) Proposte di Riforma Pensionamento Uomini, innalzamento a 65 anni per tutti con eliminazione dello Scalone, in presenza di garanzia del prepensionamento per chi ha maturato il diritto allo scalone, in caso di perdita del posto di lavoro

12) Proposte di Reperimento Fondi per Gestire ed Amministrare la Crisi Economica

13) Proposte di Riforma dei BOT, da emettere anche per l'Innovazione, la Ricerca, gli Investimenti Produttivi

14) Proposte di Riforma delle Banche per garantire il Credito alle Imprese, Famiglie, Giovani, tramite certificazione del diritto ed autorizzazione della Banca d'Italia, con garanzie reali date dai Fondi Pensione

15) Proposte per il Recupero della Professionalità di Anziani, Esperti, per Scolarizzazione Studenti e per la Formazione

16) Proposte per il Controllo della Distribuzione, della Qualità degli Alimenti, della Responsabilità diretta delle Catene dei Supermercati

17) Proposte di Riforma degli Appalti, con visibilità on-line dei Progetti, delle Gare, degli Avanzamenti Lavori, dei Collaudi, del Raggiungimento degli Obbiettivi dell'Opera, con Responsabilità e Penalità del Progettista in mancanza del raggiungimento degli Obbiettivi in conformità di esecuzione delle Opere a Progetto

18) Proposte di Riforma della Sanità, con visibilità on-line dells gestione di tutte le ASL, dei costi e spese, con monitoraggio continuo

19) Proposte di Riforma della Cassa Integrazione per Utilizzo dell'equivalente retribuito in Lavoro Part-Time a vantaggio della Collettività, Settore, Made in Italy

20) Proposte di Riforma per Assegno a Chi Perde il Posto di Lavoro con Utilizzo dell'equivalente retribuito in Lavoro Part-Time a vantaggio della Collettività, Settore, Made in Italy

21) Riforma dell'Assistenza e Costituzione della Banca per il Lavoro Assistenziale e Sociale

22) Proposte di Riforma per il Controllo Qualità, e del Costo dei Prodotti Indispensabili per l'alimentazione e la Vita delle Famiglie e Individui

23) Proposte di Riforma per il Risparmio Energetico

24) Proposte di Riforma il Risparmio Idrico

25) Proposte di Riforma per la Ricerca ed l'Innovazione Tecnologica

26) Proposte di Riforma per le Energie Alternative

27) Proposte di Riforma per lo Studio Energia Nucleare Pulito

28) Proposte di Riforma per la Gestione delle Acque e della Depurazione

29) Proposte di Riforma per la Gestione dei Rifiuti, il Riciclaggio ed il Recupero Energetico

30) Proposte di Riforma per la Scuola Elementare

31) Proposte di Riforma per Scuola Superiore e gli ITIS

32) Proposte di Riforma Università, Nuovo e ripristino facoltativo del Vecchio Ordinamento

33) Proposte di Riforma Formazione

34) Proposte di Riforma per la Vivibilità Città, per la Sicurezza dei Cittadini

35) Proposte di Riforma della Giustizia

36) Proposte di Riforma delle Carceri e Riabilitazione

37) Proposte di Riforma della Pubblica Sicurezza

38) Proposte di Riforma degli Incentivi alle Imprese

39) Proposte di Riforma del Sistema Trasporti Pubblici, compreso le Vecchie Ferrovie da Trasformare in Metropolitane di Superficie, a costi bassissimi

40) Proposte di Riforma dell'Assicurazione Obbligatoria Autoveicoli, con rivalsa danni personale in caso di incidente dovuto a dolo per alcol, droga, velocità superiore al 150% del consentito

41) Valutazione della Proposta del Piano Casa per i risvolti sulla Crisi, nel rispetto dei Vincoli Esistenti, in presenza di Risparmio Energetico, Innovazione Tecnologica

 

Nella speranza che tutti insieme possiamo smuovere il Paese dall'Immobilismo, invio

Distinti Saluti

 

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Per. Ind. Giacomo Dalessandro

studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet:

http://engineering-online.eu

http://www.cristo-re.eu

http://www.slipe.info

http://www.europee.info

http://www.mondoitalia.net

http://www.web-italia.eu

http://dalessandromichele.it

http://www.maria-tv.eu

http://www.cristo-re.it

http://www.maria-tv.it

http://www.vangeli.net