FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO

ONLUS - ASSOCIAZIONE CATTOLICA

E-mail: wgpwphd@tin.it - studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet: http://www.vangeli.net

http://www.cristo-re.it http://www.maria-tv.it

http://www.dalessandrogiacomo.it - http://space.virgilio.it/studiotecnicodalessandro@virgilio.it

PARROCCHIA di CRISTO RE

dei FRATI MINORI

P.zza MARCONI 974015

MARTINA FRANCA (TA) - ITALY

Tel 0804302492 Fax 0804302492

PARROCCHIA di S. MARIA MAGGIORE

L.go CHIESA MADRE 675010-MIGLIONICO (MT) - ITALY

TEL-FAX :0835559045

 

6a SETTIMANA MONDIALE della Diffusione de

" i Quattro VANGELI "

in RETE INTERNET nel Mondo

2007 - dal 1 Aprile, Domenica delle PALME al 8 Aprile, Domenica di PASQUA 2007

Mandate una E-mail al giorno con allegato il testo dei QUATTRO VANGELI scarica il file

 

24 GENNAIO 2007

IL VANGELO SECONDO MARCO

Mc. 4 , 1 - 20

MARCO

LE PARABOLE

Parabola del seminatore

Mt 13,1-23; Lc 8,4-15

4,1

Di nuovo si mise a insegnare lungo il mare.

E si riunì attorno a lui una folle enorme,

tanto che egli salì su una barca e la restò seduto, stando in mare, mentre la folla

era a terra lungo la riva.

Insegnava loro molte cose in parabole e diceva

loro nel suo insegnamento:

<< Ascoltate Ecco, uscì il seminatore a seminare.

Mentre seminava, una parte cadde

lungo la strada e vennero gli uccelli

e la divorarono.

Un'altra cadde fra i sassi,

dove non c'era molta terra, e subito

spuntò perché non c'era terreno

profondo;

ma quando si levò il sole, restò bruciata

e, non avendo radice, si seccò.

Un'altra cadde tra le spine;

le spine crebbero, la soffocarono

e non diede frutto.

Un'altra cadde sulla terra buona,

diede frutto che venne su

e crebbe, e rese ora il trenta, ora il sessanta

e ora il cento per uno >> .

E diceva:

<< Chi ha orecchi per intendere intenda >> .

Quando fu poi solo, i suoi insieme ai

Dodici lo interrogavano

sulle parabole.

Ed egli disse loro:

<< A voi è stato confidato il mistero del regno di DIO; a quelli di fuori

invece tutto viene esposto in parabole,

perché: guardino, ma non vedano,

ascoltino, ma non intendano,

perché non si convertano

e venga loro perdonato >> .

Continuò dicendo loro:

<< Se non comprendete questa parabola,

come potrete capire tutte le altre parabole?

Il seminatore semina la parola.

Quelli lungo la strada sono coloro nei quali

MARCO

viene seminata la parola;

ma quando l'ascoltano, subito viene satana,

e porta via la parola seminata in loro.

Similmente quelli che ricevono il seme sulle pietre sono coloro che quando ascoltano la parola, subito l'accolgono con gioia,

ma non hanno radice in se stessi,

sono incostanti e quindi,

al sopraggiungere di qualche tribolazione o persecuzione a causa della parola,

subito si abbattono.

Altri sono quelli che ricevono il seme tra le spine: sono coloro che hanno ascoltato la parola, ma sopraggiungonole preoccupazioni del mondo e l'inganno della ricchezza e tutte le altre bramosie, soffocano la parola

e questa rimane senza frutto.

Quelli poi che ricevono il seme su un terreno buono, sono coloro che ascoltano la parola,

l'accolgono e portano frutto nella misura chi del trenta, chi del sessanta, chi del cento per uno >>

MARCUM

 

 

 

 

 

4

1 Et iterum coepit docere ad mare.

Et congregatur ad eum tur ba plurima,

ita ut in navem ascendens sederet

in mari, et omnis turba

circa mare super terram erant.
2 Et docebat eos in parabolis multa et dicebat illis in doctrina sua:
3 " Audite. Ecce exiit seminans ad seminandum.
4 Et factum est, dum seminat, aliud cecidit circa viam, et venerunt volucres

et comederunt illud.
5 Aliud cecidit super petrosa,

ubi non habebat terram multam, et statim exortum est, quoniam non habebat altitudinem terrae;
6 et quando exortus est sol, exaestuavit

et, eo quod non haberet radicem, exaruit.
7 Et aliud cecidit in spinas,

et ascenderunt spinae et suffocaverunt illud,

et fructum non dedit.
8 Et alia ceciderunt in terram bonam

et dabant fructum: ascendebant et crescebant et afferebant unum triginta et unum sexaginta et unum centum ".
9 Et dicebat:

" Qui habet aures audiendi, audiat ".
10 Et cum esset singularis, interrogaverunt eum hi, qui circa eum erant cum Duodecim, parabolas.
11 Et dicebat eis:

" Vobis datum est mysterium regni

Dei; illis autem, qui foris sunt,

in parabolis omnia fiunt,
12 ut videntes videant et non videant,
et audientes audiant et non intellegant,
ne quando convertantur,
et dimittatur eis ".
13 Et ait illis:

" Nescitis parabolam hanc,

et quomodo omnes parabolas cognoscetis?
14 Qui seminat, verbum seminat.
15 Hi autem sunt, qui circa viam, ubi

MARCUM

seminatur verbum:

et cum audierint, confestim venit Satanas

et aufert verbum, quod seminatum est in eos.
16 Et hi sunt, qui super petrosa seminantur: qui cum audierint verbum, statim cum gaudio accipiunt illud
17 et non habent radicem in se,

sed temporales sunt;

deinde orta tribulatione vel

persecutione propter verbum,

confestim scandalizantur.
18 Et alii sunt, qui in spinis seminantur: hi sunt, qui verbum audierunt,
19 et aerumnae saeculi et deceptio divitiarum et circa reliqua concupiscentiae introeuntes suffocant verbum,

et sine fructu efficitur.
20 Et hi sunt, qui super terram bonam seminati sunt: qui audiunt verbum

et suscipiunt et fructificant unum

triginta et unum sexaginta et unum centum ".

PER LA RACCOLTA COMPLETA DEL VANGELO IN ITALIANO ED ABBINATA IN LATINO, SCARICATE GRATUITAMENTE IL FILE COMPLETO DAL SITO PRESENTE

http://www.vangeli.net

PER COMUNICAZIONI INVIATE UN MESSAGGIO DI POSTA ELETTRINICA al studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Per saperne di più andate a:

Sito: http://www.santiebeati.it E-Mail: info@santiebeati.it

Sito: http://www.enrosadira.it/santi/

HOME PAGE

PER CONTINUAZIONE VAI ALLA pg. 2 SEGUENTE

Edito in Proprio e Responsabile STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO

MARCO

LE PARABOLE

Parabola del seminatore

Mt 13,1-23; Lc 8,4-15

4,1

Di nuovo si mise a insegnare lungo il mare.

E si riunì attorno a lui una folle enorme,

tanto che egli salì su una barca e la restò seduto, stando in mare, mentre la folla

era a terra lungo la riva.

Insegnava loro molte cose in parabole e diceva

loro nel suo insegnamento:

<< Ascoltate Ecco, uscì il seminatore a seminare.

Mentre seminava, una parte cadde

lungo la strada e vennero gli uccelli

e la divorarono.

Un'altra cadde fra i sassi,

dove non c'era molta terra, e subito

spuntò perché non c'era terreno

profondo;

ma quando si levò il sole, restò bruciata

e, non avendo radice, si seccò.

Un'altra cadde tra le spine;

le spine crebbero, la soffocarono

e non diede frutto.

Un'altra cadde sulla terra buona,

diede frutto che venne su

e crebbe, e rese ora il trenta, ora il sessanta

e ora il cento per uno >> .

E diceva:

<< Chi ha orecchi per intendere intenda >> .

Quando fu poi solo, i suoi insieme ai

Dodici lo interrogavano

sulle parabole.

Ed egli disse loro:

<< A voi è stato confidato il mistero del regno di DIO; a quelli di fuori

invece tutto viene esposto in parabole,

perché: guardino, ma non vedano,

ascoltino, ma non intendano,

perché non si convertano

e venga loro perdonato >> .

Continuò dicendo loro:

<< Se non comprendete questa parabola,

come potrete capire tutte le altre parabole?

Il seminatore semina la parola.

Quelli lungo la strada sono coloro nei quali

MARCO

viene seminata la parola;

ma quando l'ascoltano, subito viene satana,

e porta via la parola seminata in loro.

Similmente quelli che ricevono il seme sulle pietre sono coloro che quando ascoltano la parola, subito l'accolgono con gioia,

ma non hanno radice in se stessi,

sono incostanti e quindi,

al sopraggiungere di qualche tribolazione o persecuzione a causa della parola,

subito si abbattono.

Altri sono quelli che ricevono il seme tra le spine: sono coloro che hanno ascoltato la parola, ma sopraggiungonole preoccupazioni del mondo e l'inganno della ricchezza e tutte le altre bramosie, soffocano la parola

e questa rimane senza frutto.

Quelli poi che ricevono il seme su un terreno buono, sono coloro che ascoltano la parola,

l'accolgono e portano frutto nella misura chi del trenta, chi del sessanta, chi del cento per uno >>

 

 

MARCUM

 

 

 

 

 

 

4

1 Et iterum coepit docere ad mare.

Et congregatur ad eum tur ba plurima,

ita ut in navem ascendens sederet

in mari, et omnis turba

circa mare super terram erant.
2 Et docebat eos in parabolis multa et dicebat illis in doctrina sua:
3 " Audite. Ecce exiit seminans ad seminandum.
4 Et factum est, dum seminat, aliud cecidit circa viam, et venerunt volucres

et comederunt illud.
5 Aliud cecidit super petrosa,

ubi non habebat terram multam, et statim exortum est, quoniam non habebat altitudinem terrae;
6 et quando exortus est sol, exaestuavit

et, eo quod non haberet radicem, exaruit.
7 Et aliud cecidit in spinas,

et ascenderunt spinae et suffocaverunt illud,

et fructum non dedit.
8 Et alia ceciderunt in terram bonam

et dabant fructum: ascendebant et crescebant et afferebant unum triginta et unum sexaginta et unum centum ".
9 Et dicebat:

" Qui habet aures audiendi, audiat ".
10 Et cum esset singularis, interrogaverunt eum hi, qui circa eum erant cum Duodecim, parabolas.
11 Et dicebat eis:

" Vobis datum est mysterium regni

Dei; illis autem, qui foris sunt,

in parabolis omnia fiunt,
12 ut videntes videant et non videant,
et audientes audiant et non intellegant,
ne quando convertantur,
et dimittatur eis ".
13 Et ait illis:

" Nescitis parabolam hanc,

et quomodo omnes parabolas cognoscetis?
14 Qui seminat, verbum seminat.
15 Hi autem sunt, qui circa viam, ubi

MARCUM

seminatur verbum:

et cum audierint, confestim venit Satanas

et aufert verbum, quod seminatum est in eos.
16 Et hi sunt, qui super petrosa seminantur: qui cum audierint verbum, statim cum gaudio accipiunt illud
17 et non habent radicem in se,

sed temporales sunt;

deinde orta tribulatione vel

persecutione propter verbum,

confestim scandalizantur.
18 Et alii sunt, qui in spinis seminantur: hi sunt, qui verbum audierunt,
19 et aerumnae saeculi et deceptio divitiarum et circa reliqua concupiscentiae introeuntes suffocant verbum,

et sine fructu efficitur.
20 Et hi sunt, qui super terram bonam seminati sunt: qui audiunt verbum

et suscipiunt et fructificant unum

triginta et unum sexaginta et unum centum ".