FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO

ONLUS - ASSOCIAZIONE CATTOLICA

E-mail: wgpwphd@tin.it - studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet: http://www.vangeli.net

http://www.cristo-re.it http://www.maria-tv.it

http://www.dalessandrogiacomo.it - http://space.virgilio.it/studiotecnicodalessandro@virgilio.it

PARROCCHIA di CRISTO RE

dei FRATI MINORI

P.zza MARCONI 974015

MARTINA FRANCA (TA) - ITALY

Tel 0804302492 Fax 0804302492

PARROCCHIA di S. MARIA MAGGIORE

L.go CHIESA MADRE 675010-MIGLIONICO (MT) - ITALY

TEL-FAX :0835559045

 

6a SETTIMANA MONDIALE della Diffusione de

" i Quattro VANGELI "

in RETE INTERNET nel Mondo

2007 - dal 1 Aprile, Domenica delle PALME al 8 Aprile, Domenica di PASQUA 2007

Mandate una E-mail al giorno con allegato il testo dei QUATTRO VANGELI scarica il file

 

29 GENNAIO 2007

IL VANGELO SECONDO MARCO

Mc. 5 , 1 - 20

MARCO

Il mio nome è legione

Mt 8,28-34; Lc 8,26-3

5,1

Intanto giunsero all'altra riva del mare,

nella regione dei Geraseni.

Come scese dalla barca, gli venne incontro

dai sepolcri un uomo posseduto

da uno spirito immondo.

Egli aveva la sua dimora nei sepolcri

e nessuno più riusciva a tenerlo

legato neanche con catene,

perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva sempre spezzato le catene

e infranto i ceppi, e nessuno più riusciva a domarlo.

Continuamente, notte e giorno, tra i sepolcri e sui monti, gridava e si percuoteva con pietre.

Visto GESU' da lontano, accorse,

gli si gettò ai piedi,

e urlando a gran voce disse:

<< Che hai tu in comune con me,

GESU', FIGLIO del DIO altissimo? Ti scongiuro, in nome di DIO, non tormentarmi! >> Gli diceva infatti:

<< Esci, spirito immondo, da quest'uomo! >> .

E gli domandò:

<< Come ti chiami? >> .

<< Mi chiamo legione, gli rispose,

perché siamo in molti >> .

E prese a scongiurarlo.

Ora c'era la, sul monte, un numeroso branco

di porci al pascolo.

MARCUM

E gli spiriti lo scongiurarono:

<< Mandaci da quei porci,

perché entriamo in essi >> .

Glielo permise.

E gli spiriti immondi uscirono ed

entrarono nei porci

e il branco si precipitò dal burrone nel mare;

erano circa duemila

e affogarono uno dopo l'altro, nel mare.

I mandriani allora fuggirono,

portarono la notizia in città e nella campagna e la gente si mosse a vedere che cosa fosse accaduto.

Giunti che furono da GESU',

videro l'indemoniato seduto,

vestito e sano di mente,

lui che era stato posseduto dalla legione,

ed ebbero paura.

Quelli che avevano visto tutto,

spigarono loro che cosa era accaduto all'indemoniato e il fatto dei porci.

Ed essi si misero a pregarlo di andarsene

dal loro territorio.

Mentre risaliva nella barca,

colui che era stato indemoniato lo pregava di permettergli di stare con lui.

Non glielo permise, ma gli disse:

<< Va nella tua casa, dai tuoi,

annunzia loro ciò che il signore ti ha fatto

e la misericordia che ti ha usato >> .

Egli se ne andò e si mise a proclamare per la

Decapoli ciò che GESU' gli aveva fatto,

e tutti ne erano meravigliati:

 

MARCUM

 

 

 

 

5
1 Et venerunt trans fretum maris in regionem Gerasenorum.
2 Et exeunte eo de navi, statim occurrit ei

de monumentis homo

in spiritu immundo,
3 qui domicilium habebat in monumentis;

et neque catenis iam quisquam eum poterat ligare,
4 quoniam saepe compedibus et catenis vinctus dirupisset catenas et compedes comminuisset,

et nemo poterat

eum domare;
5 et semper nocte ac die in monumentis et in montibus erat clamans et concidens se lapidibus.
6 Et videns Iesum a longe cucurrit

et adoravit eum
7 et clamans voce magna dicit:

" Quid mihi et tibi,

Iesu, fili Dei Altissimi?

Adiuro te per Deum, ne me torqueas ".
8 Dicebat enim illi:

" Exi, spiritus immunde, ab homine ".
9 Et interrogabat eum:

" Quod tibi nomen est? ".

Et dicit ei: " Legio nomen mihi est,

quia multi sumus ".
10 Et deprecabatur eum multum,

ne se expelleret extra regionem.
11 Erat autem ibi circa montem grex

porcorum magnus pascens;

MARCUM

12 et deprecati sunt eum dicentes:

" Mitte nos in porcos,

ut in eos introeamus ".
13 Et concessit eis.

Et exeuntes spiritus immundi

introierunt in porcos.

Et magno impetu grex ruit per praecipitium in mare, ad duo milia,

et suffocabantur in mari.
14 Qui autem pascebant eos, fugerunt

et nuntiaverunt in civitatem et in agros;

et egressi sunt videre quid esset facti.
15 Et veniunt ad Iesum;

et vident illum, qui a daemonio vexabatur, sedentem, vestitum et sanae mentis,

eum qui legionem habuerat,

et timuerunt.
16 Et qui viderant,

narraverunt illis qualiter factum esset ei,

qui daemonium habuerat, et de porcis.
17 Et rogare eum coeperunt, ut discederet

a finibus eorum.
18 Cumque ascenderet navem,

qui daemonio vexatus fuerat, deprecabatur eum, ut esset cum illo.
19 Et non admisit eum, sed ait illi:

" Vade in domum tuam ad tuos

et annuntia illis quanta tibi Dominus fecerit

et misertus sit tui ".
20 Et abiit et coepit praedicare in

Decapoli quanta sibi fecisset Iesus,

et omnes mirabantur

PER LA RACCOLTA COMPLETA DEL VANGELO IN ITALIANO ED ABBINATA IN LATINO, SCARICATE GRATUITAMENTE IL FILE COMPLETO DAL SITO PRESENTE

http://www.vangeli.net

PER COMUNICAZIONI INVIATE UN MESSAGGIO DI POSTA ELETTRINICA al studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Per saperne di più andate a:

Sito: http://www.santiebeati.it E-Mail: info@santiebeati.it

Sito: http://www.enrosadira.it/santi/

HOME PAGE

PER CONTINUAZIONE VAI ALLA pg. 2 SEGUENTE

Edito in Proprio e Responsabile STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO

MARCO

MARCO

Il mio nome è legione

Mt 8,28-34; Lc 8,26-3

5,1

Intanto giunsero all'altra riva del mare,

nella regione dei Geraseni.

Come scese dalla barca, gli venne incontro

dai sepolcri un uomo posseduto

da uno spirito immondo.

Egli aveva la sua dimora nei sepolcri

e nessuno più riusciva a tenerlo

legato neanche con catene,

perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva sempre spezzato le catene

e infranto i ceppi, e nessuno più riusciva a domarlo.

Continuamente, notte e giorno, tra i sepolcri e sui monti, gridava e si percuoteva con pietre.

Visto GESU' da lontano, accorse,

gli si gettò ai piedi,

e urlando a gran voce disse:

<< Che hai tu in comune con me,

GESU', FIGLIO del DIO altissimo? Ti scongiuro, in nome di DIO, non tormentarmi! >> Gli diceva infatti:

<< Esci, spirito immondo, da quest'uomo! >> .

E gli domandò:

<< Come ti chiami? >> .

<< Mi chiamo legione, gli rispose,

perché siamo in molti >> .

E prese a scongiurarlo.

Ora c'era la, sul monte, un numeroso branco

di porci al pascolo.

MARCUM

MARCUM

 

 

 

 

5
1 Et venerunt trans fretum maris in regionem Gerasenorum.
2 Et exeunte eo de navi, statim occurrit ei

de monumentis homo

in spiritu immundo,
3 qui domicilium habebat in monumentis;

et neque catenis iam quisquam eum poterat ligare,
4 quoniam saepe compedibus et catenis vinctus dirupisset catenas et compedes comminuisset,

et nemo poterat

eum domare;
5 et semper nocte ac die in monumentis et in montibus erat clamans et concidens se lapidibus.
6 Et videns Iesum a longe cucurrit

et adoravit eum
7 et clamans voce magna dicit:

" Quid mihi et tibi,

Iesu, fili Dei Altissimi?

Adiuro te per Deum, ne me torqueas ".
8 Dicebat enim illi:

" Exi, spiritus immunde, ab homine ".
9 Et interrogabat eum:

" Quod tibi nomen est? ".

Et dicit ei: " Legio nomen mihi est,

quia multi sumus ".
10 Et deprecabatur eum multum,

ne se expelleret extra regionem.
11 Erat autem ibi circa montem grex

porcorum magnus pascens;

MARCUM

12 et deprecati sunt eum dicentes:

" Mitte nos in porcos,

ut in eos introeamus ".
13 Et concessit eis.

Et exeuntes spiritus immundi

introierunt in porcos.

Et magno impetu grex ruit per praecipitium in mare, ad duo milia,

et suffocabantur in mari.
14 Qui autem pascebant eos, fugerunt

et nuntiaverunt in civitatem et in agros;

et egressi sunt videre quid esset facti.
15 Et veniunt ad Iesum;

et vident illum, qui a daemonio vexabatur, sedentem, vestitum et sanae mentis,

eum qui legionem habuerat,

et timuerunt.
16 Et qui viderant,

narraverunt illis qualiter factum esset ei,

qui daemonium habuerat, et de porcis.
17 Et rogare eum coeperunt, ut discederet

a finibus eorum.
18 Cumque ascenderet navem,

qui daemonio vexatus fuerat, deprecabatur eum, ut esset cum illo.
19 Et non admisit eum, sed ait illi:

" Vade in domum tuam ad tuos

et annuntia illis quanta tibi Dominus fecerit

et misertus sit tui ".
20 Et abiit et coepit praedicare in

Decapoli quanta sibi fecisset Iesus,

et omnes mirabantur